Microsoft: cronaca di una condanna annunciata