Protezione dei dati personali, tutela della concorrenza e del consumatore (alle prese con i ‘dark pattern’): parallele convergenti?