La disciplina processuale della successione a titolo particolare nel diritto controverso ha trovato la propria “chiave di accesso” in materia arbitrale grazie alla previsione di cui al terzo comma dell’articolo 816-quinquies c.p.c. L’essenzialità del rinvio operato da quest’ultima disposizione, che si limita a dichiarare l’applicabilità dell’articolo 111 c.p.c. nel giudizio devoluto alla cognizione degli arbitri, ed avente ad oggetto il diritto trasferito per atto tra vivi ovvero a causa di morte, impone uno sforzo dell’interprete, al fine di contemperare gli effetti della disciplina dettata in tema di alienazione della res litigiosa con il necessario rispetto dei principi fondamentali dell’istituto arbitrale. Non v’è dubbio, infatti, che l’efficacia del lodo, equiparata a quella della sentenza, nei confronti di un soggetto che potrebbe essere estraneo sia al giudizio, sia alla stessa convenzione, costituisce il superamento di quella visione per cui la giustizia privata è un quid minus rispetto a quella statale. Ad ogni modo, la presente ricerca si propone altresì di coordinare la premessa per cui il trasferimento del diritto controverso non comporta l’ingresso automatico del successore nella convenzione arbitrale, con l’operatività dell’intera disciplina di cui all’articolo 111 c.p.c. e con gli effetti sostanziali che da questa derivano. Ciò in quanto, tale norma potrebbe ormai assurgere al rango di principio generale dell’ordine pubblico processuale, così da auspicarne non solo l’applicazione nell’arbitrato irrituale, ma financo assumerla quale presupposto per il riconoscimento dei lodi stranieri.

L’arbitrato e la successione nel diritto controverso / Tripodi, Bruno. - (2017 Jul 19).

L’arbitrato e la successione nel diritto controverso

TRIPODI, BRUNO
2017-07-19

Abstract

La disciplina processuale della successione a titolo particolare nel diritto controverso ha trovato la propria “chiave di accesso” in materia arbitrale grazie alla previsione di cui al terzo comma dell’articolo 816-quinquies c.p.c. L’essenzialità del rinvio operato da quest’ultima disposizione, che si limita a dichiarare l’applicabilità dell’articolo 111 c.p.c. nel giudizio devoluto alla cognizione degli arbitri, ed avente ad oggetto il diritto trasferito per atto tra vivi ovvero a causa di morte, impone uno sforzo dell’interprete, al fine di contemperare gli effetti della disciplina dettata in tema di alienazione della res litigiosa con il necessario rispetto dei principi fondamentali dell’istituto arbitrale. Non v’è dubbio, infatti, che l’efficacia del lodo, equiparata a quella della sentenza, nei confronti di un soggetto che potrebbe essere estraneo sia al giudizio, sia alla stessa convenzione, costituisce il superamento di quella visione per cui la giustizia privata è un quid minus rispetto a quella statale. Ad ogni modo, la presente ricerca si propone altresì di coordinare la premessa per cui il trasferimento del diritto controverso non comporta l’ingresso automatico del successore nella convenzione arbitrale, con l’operatività dell’intera disciplina di cui all’articolo 111 c.p.c. e con gli effetti sostanziali che da questa derivano. Ciò in quanto, tale norma potrebbe ormai assurgere al rango di principio generale dell’ordine pubblico processuale, così da auspicarne non solo l’applicazione nell’arbitrato irrituale, ma financo assumerla quale presupposto per il riconoscimento dei lodi stranieri.
L’arbitrato e la successione nel diritto controverso / Tripodi, Bruno. - (2017 Jul 19).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
20170719-tripodi-abstract-eng.pdf

Open Access

Tipologia: Abstract
Licenza: Non specificato
Dimensione 70.48 kB
Formato Adobe PDF
70.48 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
20170719-tripodi-abstract-ita.pdf

Open Access

Tipologia: Abstract
Licenza: Non specificato
Dimensione 68.66 kB
Formato Adobe PDF
68.66 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
20170719-tripodi.pdf

Open Access

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Non specificato
Dimensione 2.18 MB
Formato Adobe PDF
2.18 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/201138
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact