Ancora sull'interpretazione del titolo esecutivo