The author is commenting on the judgment of the Constitutional Court, which rejected the question of constitutionality regarding the term of failing provided by art. 30, paragraph 3, c.p.a. in order to propose the autonomous action of condemnation. In particular, he criticizes the wide discretion in the case-law that the law of the Court recognizes to the legislator. And, above all, he considers that the Consulta, in the present case, could have used the principle of proportionality better to assess Parliament's choice among the opposing interests in their hands.

L'Autore commenta la sentenza della Corte costituzionale che ha rigettato la questione di costituzionalità concernente il termine di decadenza previsto dall'art. 30, comma 3, c.p.a. per proporre l'azione autonoma di condanna. In particolare, critica l'ampia discrezionalità in materia processuale che la giurisprudenza della Corte riconosce al legislatore. E, soprattutto, ritiene che la Consulta, nel caso di specie, avrebbe potuto fare un migliore impiego del principio di proporzionalità per valutare la scelta fatta dal Parlamento tra contrapposti interessi in gioco.

Il principio costituzionale di effettività della tutela giurisdizionale e il termine di decadenza per proporre l'azione autonoma di condanna nel processo amministrativo / Pagano, F. - In: OSSERVATORIO COSTITUZIONALE. - ISSN 2283-7515. - 2(2017), pp. 1-13.

Il principio costituzionale di effettività della tutela giurisdizionale e il termine di decadenza per proporre l'azione autonoma di condanna nel processo amministrativo

Pagano F
2017

Abstract

L'Autore commenta la sentenza della Corte costituzionale che ha rigettato la questione di costituzionalità concernente il termine di decadenza previsto dall'art. 30, comma 3, c.p.a. per proporre l'azione autonoma di condanna. In particolare, critica l'ampia discrezionalità in materia processuale che la giurisprudenza della Corte riconosce al legislatore. E, soprattutto, ritiene che la Consulta, nel caso di specie, avrebbe potuto fare un migliore impiego del principio di proporzionalità per valutare la scelta fatta dal Parlamento tra contrapposti interessi in gioco.
effettività della tutela, azione autonoma di condanna, processo amministrativo, tutela giurisdizionale situazioni delle giuridiche soggettive
The author is commenting on the judgment of the Constitutional Court, which rejected the question of constitutionality regarding the term of failing provided by art. 30, paragraph 3, c.p.a. in order to propose the autonomous action of condemnation. In particular, he criticizes the wide discretion in the case-law that the law of the Court recognizes to the legislator. And, above all, he considers that the Consulta, in the present case, could have used the principle of proportionality better to assess Parliament's choice among the opposing interests in their hands.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Pagano definitivo osservatorio.pdf

Open Access

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: DRM non definito
Dimensione 505.95 kB
Formato Adobe PDF
505.95 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/191095
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact