Identità e diaspora. Note su Stuart Hall