"Omogeneizzazione" delle regole e prevenzione dei reati: un cammino auspicato e possibile