Il d.lgs. 231/2001, introducendo nell’ordinamento italiano una responsabilità “amministrativa” delle persone giuridiche e di altri “enti” per certi “fatti” integrati da illeciti penali commessi da loro organi o dipendenti, ha determinato un’autentica rivoluzione, segnando, in sostanza, il definitivo superamento del principio espresso dal brocardo “societas delinquere et puniri non potest”. L’innovazione risulta poi radicale anche per quanto concerne il “metodo” dell’accertamento di siffatta responsabilità: a tale verifica è deputata l’autorità giurisdizionale penale competente per il reato presupposto, attraverso l’applicazione di una normativa procedimentale integrata mediante il rinvio alle disposizione codicistiche e con la previsione di talune, apposite, regole. Nell’ambito di tale “processo penale de societate”, quale così risulta delineato, il libro ricostruisce specificamente il “modello” delle misure interdittive adottabili nei confronti dagli enti per fini cautelari (“in anticipo”, quindi, rispetto alla loro condanna definitiva), nell’intento di “ricondurre a sistema” la materia, chiarendone i punti critici, in primis con riferimento ai principi sovranazionali e costituzionali.

Le cautele interdittive nel procedimento penale "de societate" / Moscarini, Paolo. - (2010), pp. 1-91.

Le cautele interdittive nel procedimento penale "de societate"

MOSCARINI, PAOLO
2010

Abstract

Il d.lgs. 231/2001, introducendo nell’ordinamento italiano una responsabilità “amministrativa” delle persone giuridiche e di altri “enti” per certi “fatti” integrati da illeciti penali commessi da loro organi o dipendenti, ha determinato un’autentica rivoluzione, segnando, in sostanza, il definitivo superamento del principio espresso dal brocardo “societas delinquere et puniri non potest”. L’innovazione risulta poi radicale anche per quanto concerne il “metodo” dell’accertamento di siffatta responsabilità: a tale verifica è deputata l’autorità giurisdizionale penale competente per il reato presupposto, attraverso l’applicazione di una normativa procedimentale integrata mediante il rinvio alle disposizione codicistiche e con la previsione di talune, apposite, regole. Nell’ambito di tale “processo penale de societate”, quale così risulta delineato, il libro ricostruisce specificamente il “modello” delle misure interdittive adottabili nei confronti dagli enti per fini cautelari (“in anticipo”, quindi, rispetto alla loro condanna definitiva), nell’intento di “ricondurre a sistema” la materia, chiarendone i punti critici, in primis con riferimento ai principi sovranazionali e costituzionali.
885483047X
Le cautele interdittive nel procedimento penale "de societate" / Moscarini, Paolo. - (2010), pp. 1-91.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/7250
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact