Ancora una critica epistemologica non priva di retroterra ideologico