La contrattazione in deroga: il "caso" Pomigliano