La sequenza Marx, Schumpeter, Keynes: cenni introduttivi