L’Unione Europea si trova di fronte a un dilemma. Lo sviluppo infatti delle relazioni economiche con i paesi vicini è una necessità ampiamente condivisa; ma come realizzarlo? Continuando nel processo di estensione della membership dell’Unione Europea a sempre nuovi Paesi, dell’Est e del Sud? Ovvero perseguendo una politica di vicinato che tende a sviluppare una “sfera di influenza” dell’Unione verso i Paesi vicini? Allargamento o “impero”? Il paper dopo aver valutato entrambe queste direzioni di marcia come insoddisfacenti propone una “terza via”: la costruzione cioè di un’ampia area europea di integrazione economica e commerciale di cui l’Unione rappresenta il “nocciolo duro”. Insomma una “Grande Europa”, che comprenda non solo i Balcani, ma anche la Russia e i Paesi dell’ex-Unione Sovietica, e l’Euro-Mediterraneo. Il paper illustra i benefici potenziali di questa prospettiva non solo in termini di sviluppo economico, ma anche di stabilità e di sicurezza, e identifica le aree e gli strumenti della cooperazione pan-Europea con riferimento alle politiche dell’energia, dell’ambiente, del commercio, dei trasporti e delle infrastrutture, delle tecnologie.

Great Europe: A Pan-European Perspective on the Future of Europe / Garonna, Paolo; He, Yan. - (2008), pp. 43-72.

Great Europe: A Pan-European Perspective on the Future of Europe

Garonna Paolo;
2008

Abstract

L’Unione Europea si trova di fronte a un dilemma. Lo sviluppo infatti delle relazioni economiche con i paesi vicini è una necessità ampiamente condivisa; ma come realizzarlo? Continuando nel processo di estensione della membership dell’Unione Europea a sempre nuovi Paesi, dell’Est e del Sud? Ovvero perseguendo una politica di vicinato che tende a sviluppare una “sfera di influenza” dell’Unione verso i Paesi vicini? Allargamento o “impero”? Il paper dopo aver valutato entrambe queste direzioni di marcia come insoddisfacenti propone una “terza via”: la costruzione cioè di un’ampia area europea di integrazione economica e commerciale di cui l’Unione rappresenta il “nocciolo duro”. Insomma una “Grande Europa”, che comprenda non solo i Balcani, ma anche la Russia e i Paesi dell’ex-Unione Sovietica, e l’Euro-Mediterraneo. Il paper illustra i benefici potenziali di questa prospettiva non solo in termini di sviluppo economico, ma anche di stabilità e di sicurezza, e identifica le aree e gli strumenti della cooperazione pan-Europea con riferimento alle politiche dell’energia, dell’ambiente, del commercio, dei trasporti e delle infrastrutture, delle tecnologie.
9783790820331
Europe; Perspective; Future
Great Europe: A Pan-European Perspective on the Future of Europe / Garonna, Paolo; He, Yan. - (2008), pp. 43-72.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
19. Great Europe .pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: DRM non definito
Dimensione 1.28 MB
Formato Adobe PDF
1.28 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/5156
Citazioni
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact