Dopo la legge sul risparmio (l. n. 262/2005, d. lg. n. 303/2006) le regole di corporate governance per le società quotate sono divenute in Italia sempre più significative e numerose. Il contributo si propone di verificare se la specifica regolazione pubblica dei profili organizzativi delle società quotate: i) ne restringa eccessivamente l’autonomia, diminuendone l’efficienza, elevando il costo della raccolta di capitali sul mercato e scoraggiando la stessa quotazione in borsa; se sia, dunque, un’indebita intrusione della legge nel mercato e nelle società che vi operano; ii) se, al contrario, contrasti un fallimento del mercato favorendo un rapporto più equilibrato e trasparente – : efficiente – tra gestione e supervisione che incrementa la fiducia dei risparmiatori, con la conseguenza di favorire l’afflusso dei capitali, anche esteri, per finanziare l’impresa. Viene anche affrontata, sulla base delle evidenze empiriche, la questione dell’effettiva incidenza del diritto societario imperativo, e in particolare delle regole organizzative, sui movimenti internazionali dei capitali e sulla decisione delle società di quotare in borsa i propri titoli.

Le regole di governance per le quotate: una risorsa o un peso? / Mosco, GIAN DOMENICO. - (2008), pp. 41-59.

Le regole di governance per le quotate: una risorsa o un peso?

MOSCO, GIAN DOMENICO
2008

Abstract

Dopo la legge sul risparmio (l. n. 262/2005, d. lg. n. 303/2006) le regole di corporate governance per le società quotate sono divenute in Italia sempre più significative e numerose. Il contributo si propone di verificare se la specifica regolazione pubblica dei profili organizzativi delle società quotate: i) ne restringa eccessivamente l’autonomia, diminuendone l’efficienza, elevando il costo della raccolta di capitali sul mercato e scoraggiando la stessa quotazione in borsa; se sia, dunque, un’indebita intrusione della legge nel mercato e nelle società che vi operano; ii) se, al contrario, contrasti un fallimento del mercato favorendo un rapporto più equilibrato e trasparente – : efficiente – tra gestione e supervisione che incrementa la fiducia dei risparmiatori, con la conseguenza di favorire l’afflusso dei capitali, anche esteri, per finanziare l’impresa. Viene anche affrontata, sulla base delle evidenze empiriche, la questione dell’effettiva incidenza del diritto societario imperativo, e in particolare delle regole organizzative, sui movimenti internazionali dei capitali e sulla decisione delle società di quotare in borsa i propri titoli.
Le regole di governance per le quotate: una risorsa o un peso? / Mosco, GIAN DOMENICO. - (2008), pp. 41-59.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/4585
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact