Il “luogo” storico della riforma regolamentare del 1920 nella vicenda politica italiana