Contratti dei consumatori e armonizzazione: minimax e commiato?