Il caso "humanity": una riflessione filosofica