Consolazioni pragmatiste per interpreti delusi