The essential role of enterprises in achieving the sustainable development goals, which are also related to health protection, as became evident during the pandemic, is undisputed. In a multi-crisis scenario – pandemic, climate, geopolitical – such as the current one, business law, as a policy tool, can contribute to the strengthening of business resilience and the pursuit of inclusive, equitable, and sustainable growth. In this context, it is necessary to highlight the development of hybrid organizational forms operating within the new “fourth sector” of the economy, in which businesses integrate social and environmental aims with the profit-making goal. A paradigmatic example is that of the “società benefit”, which was born in the U.S. and spread with some variations in civil and common law systems, and also in Italy, which was the first country in Europe to introduce such a legal form. The most distinctive aspects of the Italian regulations are examined and compared with other significant experiences to suggest that, with a few adjustments, they could be used as the basis of a reference model for a European company form that would help to disseminate and make the “fourth sector” for benefit business culture “normal” in the hopefully approaching post-pandemic times. Il ruolo essenziale delle imprese nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, anche correlatialla tutela della salute, come è emerso con forza in occasione della pandemia, è indiscusso. In uno scenario multi-crisi – pandemica, climatica, geopolitica – come quello attuale,il diritto dell’impresa, quale strumento di policy, può contribuire al rafforzamento della capacità di resilienza delle imprese e al perseguimento di una crescita inclusiva, equa e sostenibile. In tale contesto, si pone in evidenza lo sviluppo di forme associative ibride che operano all’interno del nuovo “quarto settore” dell’economia, nelle quali le imprese integrano gli scopi sociali e ambientali con quello lucrativo. Esempio paradigmatico è quello della società benefit che, nata nella realtà statunitense, si è diffusa con delle variazioni in ordinamenti di civil e common law e anche in Italia, primo Paese in Europa ad avere introdotto tale forma. Si esaminano gli aspetti più caratteristici della disciplina italiana, e si confrontano con le altre esperienze più significative, per ipotizzare che con alcuni accorgimenti possano essere alla base di un modello di riferimento di una forma societaria europea che diffonda e faccia diventare “normale” la cultura d’impresa for benefit del “quarto settore” in tempi, si spera vicini, post pandemia.

Verso un nuovo Statuto delle imprese "for benefit" del "Quarto settore" e il new normal post covid / De Donno, Barbara Santa; Ventura, Livia. - 8:(2022), pp. 414-431. [10.13134/979-12-5977-137-7]

Verso un nuovo Statuto delle imprese "for benefit" del "Quarto settore" e il new normal post covid

Barbara De Donno
Writing – Original Draft Preparation
;
Livia Ventura
2022

Abstract

The essential role of enterprises in achieving the sustainable development goals, which are also related to health protection, as became evident during the pandemic, is undisputed. In a multi-crisis scenario – pandemic, climate, geopolitical – such as the current one, business law, as a policy tool, can contribute to the strengthening of business resilience and the pursuit of inclusive, equitable, and sustainable growth. In this context, it is necessary to highlight the development of hybrid organizational forms operating within the new “fourth sector” of the economy, in which businesses integrate social and environmental aims with the profit-making goal. A paradigmatic example is that of the “società benefit”, which was born in the U.S. and spread with some variations in civil and common law systems, and also in Italy, which was the first country in Europe to introduce such a legal form. The most distinctive aspects of the Italian regulations are examined and compared with other significant experiences to suggest that, with a few adjustments, they could be used as the basis of a reference model for a European company form that would help to disseminate and make the “fourth sector” for benefit business culture “normal” in the hopefully approaching post-pandemic times. Il ruolo essenziale delle imprese nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, anche correlatialla tutela della salute, come è emerso con forza in occasione della pandemia, è indiscusso. In uno scenario multi-crisi – pandemica, climatica, geopolitica – come quello attuale,il diritto dell’impresa, quale strumento di policy, può contribuire al rafforzamento della capacità di resilienza delle imprese e al perseguimento di una crescita inclusiva, equa e sostenibile. In tale contesto, si pone in evidenza lo sviluppo di forme associative ibride che operano all’interno del nuovo “quarto settore” dell’economia, nelle quali le imprese integrano gli scopi sociali e ambientali con quello lucrativo. Esempio paradigmatico è quello della società benefit che, nata nella realtà statunitense, si è diffusa con delle variazioni in ordinamenti di civil e common law e anche in Italia, primo Paese in Europa ad avere introdotto tale forma. Si esaminano gli aspetti più caratteristici della disciplina italiana, e si confrontano con le altre esperienze più significative, per ipotizzare che con alcuni accorgimenti possano essere alla base di un modello di riferimento di una forma societaria europea che diffonda e faccia diventare “normale” la cultura d’impresa for benefit del “quarto settore” in tempi, si spera vicini, post pandemia.
979-12-5977-137-7
Benefit corporation Fourth sector Sustainability Corporate governance Environment
Società benefit Quarto settore Sostenibilità Corporate governance Ambiente
Verso un nuovo Statuto delle imprese "for benefit" del "Quarto settore" e il new normal post covid / De Donno, Barbara Santa; Ventura, Livia. - 8:(2022), pp. 414-431. [10.13134/979-12-5977-137-7]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
B. DE DONNO L. VENTURA Statuto imprese “for benefit” new normal post-covid.pdf

Open Access

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Creative commons
Dimensione 538.24 kB
Formato Adobe PDF
538.24 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11385/224602
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact