Autorevoli esponenti di Camera e Senato fanno a gara nel richiedere la possibile istituzione di commissioni speciali, mono o bicamerali, per seguire da vicino il processo di utilizzo dei fondi europei stanziati nell’ambito del programma “Next Generation EU”. Da un lato, si afferma così un’esigenza sacrosanta, che è quella di assicurare un coinvolgimento non solo, com’è ovvio, del Governo, ma altresì del Parlamento, e quindi dei rappresentanti di tutte le forze politiche e di tutte le aree del Paese, in un processo decisionale dal cui esito dipende il destino, nel breve, ma anche nel medio e lungo termine, dell’economia italiana. Dall’altro, però, non si può non segnalare che proprio Camera e Senato risultano “inadempienti” in proposito, non avendo dato seguito a una prescrizione costituzionale che, sin dal 2012, in non casuale coincidenza con l’introduzione della clausola dell’equilibrio di bilancio, obbligava i regolamenti parlamentari a esercitare “la funzione di controllo sulla finanza pubblica con particolare riferimento all'equilibrio tra entrate e spese nonché alla qualità e all'efficacia della spesa delle pubbliche amministrazioni” (art. 5, comma 4, l. cost. n. 1/2012).

Meccanismi istituzionali per i fondi del “Next Generation EU” / Lupo, Nicola. - In: IL MULINO. - ISSN 1973-8145. - (2020), pp. 1-2.

Meccanismi istituzionali per i fondi del “Next Generation EU”

Nicola Lupo
2020

Abstract

Autorevoli esponenti di Camera e Senato fanno a gara nel richiedere la possibile istituzione di commissioni speciali, mono o bicamerali, per seguire da vicino il processo di utilizzo dei fondi europei stanziati nell’ambito del programma “Next Generation EU”. Da un lato, si afferma così un’esigenza sacrosanta, che è quella di assicurare un coinvolgimento non solo, com’è ovvio, del Governo, ma altresì del Parlamento, e quindi dei rappresentanti di tutte le forze politiche e di tutte le aree del Paese, in un processo decisionale dal cui esito dipende il destino, nel breve, ma anche nel medio e lungo termine, dell’economia italiana. Dall’altro, però, non si può non segnalare che proprio Camera e Senato risultano “inadempienti” in proposito, non avendo dato seguito a una prescrizione costituzionale che, sin dal 2012, in non casuale coincidenza con l’introduzione della clausola dell’equilibrio di bilancio, obbligava i regolamenti parlamentari a esercitare “la funzione di controllo sulla finanza pubblica con particolare riferimento all'equilibrio tra entrate e spese nonché alla qualità e all'efficacia della spesa delle pubbliche amministrazioni” (art. 5, comma 4, l. cost. n. 1/2012).
Parlamento, Unione europea, Next Generation EU
Meccanismi istituzionali per i fondi del “Next Generation EU” / Lupo, Nicola. - In: IL MULINO. - ISSN 1973-8145. - (2020), pp. 1-2.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Meccanismi istituzionali per i fondi del “Next Generation EU”.pdf

Open Access

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: DRM non definito
Dimensione 196.49 kB
Formato Adobe PDF
196.49 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/196195
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact