La Dichiarazione universale dei diritti umani nella giurisprudenza della Corte europea dei diritti umani