Algorithmic legal decision making: la fine del mondo (del diritto) o il paese delle meraviglie?