The chapter – which aims at integrating the previous one, written by Marta Picchi – puts forward some ideas on the justification of legislation, from the legislator’s viewpoint. Under this perspective, the justification, although offering some advantages on the quality of the legislative outcome, represents mainly a burden, in terms of efficiency and speed of the lawmaking process. Nevertheless, the reasons that press along the direction of an enrichment of the justification of legislation are deep, and can be identified in two macro-factors: on the one hand, the more constrained and precarious nature of legislative activity, progressively becoming more similar to administrative activity; on the other, the need, perceived especially in the internet era, to enhance and promote all the features of representative democracy, among which the deliberative, which that is at the basis of the decisions taken by a representative assembly, and that the justification often makes more explicit. Finally, it is highlighted that some of the hurdles that normally are used against the introduction of a duty to justify the legislation derive from a conception of legislation as a mere product of the majority will, rather than as an outcome (also) of a rational process, necessarily grounded on constitutional principles, and obliged to take into due consideration a series of objective elements.

Il capitolo – che mira ad integrare quello, scritto da Marta Picchi, che immediatamente lo precede – fornisce alcune idee sulla motivazione della legge dal punto di vista del legislatore. Da questo angolo visuale, la motivazione, pur offrendo anche taluni vantaggi in termini di qualità del prodotto legislativo, rappresenta soprattutto un appesantimento, in termini di efficienza e rapidità del procedimento legislativo. Ciò nonostante, le ragioni che spingono nella direzione di arricchire la motivazione delle leggi sono profonde, e possono essere ricondotte intorno ad un paio di macro-fattori: da un lato, il carattere sempre più “costretto” e “precario” dell’attività legislativa, che diventa così progressivamente più simile a quella amministrativa; dall’altro, la necessità, particolarmente avvertita nell’era di internet, di valorizzare fino in fondo tutte le caratteristiche che sono proprie della democrazia rappresentativa, tra cui il processo deliberativo che è alla base delle decisioni prese da un’assemblea rappresentativa, e che la motivazione tende spesso ad esplicitare. Infine, si sottolinea come alcuni ostacoli all’accoglimento dell’idea circa la previsione di un obbligo di motivazione delle leggi derivino da una concezione della legislazione in termini di mero prodotto della volontà della maggioranza, anziché quale frutto (anche) di un processo razionale, necessariamente ancorato ai principi costituzionali, e tenuto a considerare una serie di elementi di tipo oggettivo.

Spunti sulla motivazione della legge, dal punto di vista di un legislatore sempre più “vincolato” / Lupo, Nicola. - (2018), pp. 45-63.

Spunti sulla motivazione della legge, dal punto di vista di un legislatore sempre più “vincolato”

Nicola Lupo
2018

Abstract

Il capitolo – che mira ad integrare quello, scritto da Marta Picchi, che immediatamente lo precede – fornisce alcune idee sulla motivazione della legge dal punto di vista del legislatore. Da questo angolo visuale, la motivazione, pur offrendo anche taluni vantaggi in termini di qualità del prodotto legislativo, rappresenta soprattutto un appesantimento, in termini di efficienza e rapidità del procedimento legislativo. Ciò nonostante, le ragioni che spingono nella direzione di arricchire la motivazione delle leggi sono profonde, e possono essere ricondotte intorno ad un paio di macro-fattori: da un lato, il carattere sempre più “costretto” e “precario” dell’attività legislativa, che diventa così progressivamente più simile a quella amministrativa; dall’altro, la necessità, particolarmente avvertita nell’era di internet, di valorizzare fino in fondo tutte le caratteristiche che sono proprie della democrazia rappresentativa, tra cui il processo deliberativo che è alla base delle decisioni prese da un’assemblea rappresentativa, e che la motivazione tende spesso ad esplicitare. Infine, si sottolinea come alcuni ostacoli all’accoglimento dell’idea circa la previsione di un obbligo di motivazione delle leggi derivino da una concezione della legislazione in termini di mero prodotto della volontà della maggioranza, anziché quale frutto (anche) di un processo razionale, necessariamente ancorato ai principi costituzionali, e tenuto a considerare una serie di elementi di tipo oggettivo.
9788892100985
The chapter – which aims at integrating the previous one, written by Marta Picchi – puts forward some ideas on the justification of legislation, from the legislator’s viewpoint. Under this perspective, the justification, although offering some advantages on the quality of the legislative outcome, represents mainly a burden, in terms of efficiency and speed of the lawmaking process. Nevertheless, the reasons that press along the direction of an enrichment of the justification of legislation are deep, and can be identified in two macro-factors: on the one hand, the more constrained and precarious nature of legislative activity, progressively becoming more similar to administrative activity; on the other, the need, perceived especially in the internet era, to enhance and promote all the features of representative democracy, among which the deliberative, which that is at the basis of the decisions taken by a representative assembly, and that the justification often makes more explicit. Finally, it is highlighted that some of the hurdles that normally are used against the introduction of a duty to justify the legislation derive from a conception of legislation as a mere product of the majority will, rather than as an outcome (also) of a rational process, necessarily grounded on constitutional principles, and obliged to take into due consideration a series of objective elements.
Spunti sulla motivazione della legge, dal punto di vista di un legislatore sempre più “vincolato” / Lupo, Nicola. - (2018), pp. 45-63.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
03 Nicola Lupo Motivazione leggi [45-64].pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: Seconde bozze
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Tutti i diritti riservati
Dimensione 517.53 kB
Formato Adobe PDF
517.53 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/184076
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact