Intelligenza artificiale, internet e ordine spontaneo