Il lavoro si sofferma sul ruolo dell'equità nella giustizia penale. Il concetto è declinato in modo 'atecnico', quale rispetto delle regole, diffusione di una cultura della legalità, concorrenza leale; nozioni che immediatamente richiamano alla mente – ancor più del penalista – l’assenza di meccanismi distorsivi e di pratiche volte a favorire indebitamente un soggetto, la rettitudine dei comportamenti nella sfera pubblica e privata, la trasparenza. In questa ottica, il contributo si incentra sull'analisi della corruzione quale fenomeno che non solo danneggia i beni tradizionali del buon andamento e dell’imparzialità della PA, ma che reca danni al sistema economico nel suo complesso, travalicando i confini nazionali e afferendo tanto alla dimensione dell’individuo, quanto a quella delle persone giuridiche. Dopo un rapido esame delle ragioni alla base della riforma del 2012, il contributo ripercorre l’assetto attuale del sistema dei delitti di corruzione, sul piano della responsabilità penale della persona fisica e, in particolare, guardando alle previsioni concernenti gli enti collettivi nel settore privato (i modelli organizzativi ex d.lgs. n. 231 del 2001) e pubblico (i piani anticorruzione previsti dalla l. n. 190 del 2012). L’obiettivo è tentare di evidenziare, attraverso una ricognizione degli strumenti messi in campo dal legislatore italiano, come un cambio di paradigma dalla repressione penale alla prevenzione – ai fini del discorso qui condotto – possa anche contribuire al “recupero di una circolazione dell’etica pubblica” e a creare condizioni di 'parità delle armi' e fair competition.

Equità nella giustizia penale: laboratorio propedeutico / Sabia, Rossella. - (2017), pp. 73-97.

Equità nella giustizia penale: laboratorio propedeutico

SABIA, ROSSELLA
2017

Abstract

Il lavoro si sofferma sul ruolo dell'equità nella giustizia penale. Il concetto è declinato in modo 'atecnico', quale rispetto delle regole, diffusione di una cultura della legalità, concorrenza leale; nozioni che immediatamente richiamano alla mente – ancor più del penalista – l’assenza di meccanismi distorsivi e di pratiche volte a favorire indebitamente un soggetto, la rettitudine dei comportamenti nella sfera pubblica e privata, la trasparenza. In questa ottica, il contributo si incentra sull'analisi della corruzione quale fenomeno che non solo danneggia i beni tradizionali del buon andamento e dell’imparzialità della PA, ma che reca danni al sistema economico nel suo complesso, travalicando i confini nazionali e afferendo tanto alla dimensione dell’individuo, quanto a quella delle persone giuridiche. Dopo un rapido esame delle ragioni alla base della riforma del 2012, il contributo ripercorre l’assetto attuale del sistema dei delitti di corruzione, sul piano della responsabilità penale della persona fisica e, in particolare, guardando alle previsioni concernenti gli enti collettivi nel settore privato (i modelli organizzativi ex d.lgs. n. 231 del 2001) e pubblico (i piani anticorruzione previsti dalla l. n. 190 del 2012). L’obiettivo è tentare di evidenziare, attraverso una ricognizione degli strumenti messi in campo dal legislatore italiano, come un cambio di paradigma dalla repressione penale alla prevenzione – ai fini del discorso qui condotto – possa anche contribuire al “recupero di una circolazione dell’etica pubblica” e a creare condizioni di 'parità delle armi' e fair competition.
978-88-6105-301-4
Equità nella giustizia penale: laboratorio propedeutico / Sabia, Rossella. - (2017), pp. 73-97.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Sabia_Equità nella giustizia penale_Laboratorio propedeutico.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: DRM non definito
Dimensione 298.47 kB
Formato Adobe PDF
298.47 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/176102
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact