The matter of energy has been vested, after the 2001 constitutional reform, among the concurrent legislative competences in the State and in the Regions, and it ultimately resulted in a series of malfunctions that hindered the modernization of major energy infrastructures, due to the cumbersome nature of the multilevel normative system, the tangle of administrative competences and the increase of the litigation between State and Regions. Since the 4 December 2016 referendum has rejected the constitutional reform that would have vested the energy matter exclusively in the State, it is now to understand how to enhance the principle of sincere cooperation between the State and the Regions and how to reform the system at an administrative level.

L’attribuzione della materia dell’energia alla competenza legislativa concorrente tra Stato e Regioni, a seguito della riforma costituzionale del 2001, ha determinato una serie di disfunzioni, che hanno impedito l’ammodernamento delle principali infrastrutture energetiche, dovute alla farraginosità del sistema normativo multi-livello, all’intreccio delle competenze amministrative e dell’aumento del contenzioso tra Stato e Regioni. Sconfessata dal referendum del 4 dicembre 2016 la riforma costituzionale che avrebbe attribuito alla competenza esclusiva dello Stato la disciplina della materia, rimane ora da capire come potenziare il principio di leale collaborazione nei rapporti tra Stato e Regioni e come riformare a livello amministrativo il sistema.

Referendum costituzionale e regolazione dell'energia / Clarich, Marcello. - In: ENERGIA. - ISSN 0392-7911. - 2017:1(2017), pp. 30-34.

Referendum costituzionale e regolazione dell'energia

CLARICH, MARCELLO
2017

Abstract

L’attribuzione della materia dell’energia alla competenza legislativa concorrente tra Stato e Regioni, a seguito della riforma costituzionale del 2001, ha determinato una serie di disfunzioni, che hanno impedito l’ammodernamento delle principali infrastrutture energetiche, dovute alla farraginosità del sistema normativo multi-livello, all’intreccio delle competenze amministrative e dell’aumento del contenzioso tra Stato e Regioni. Sconfessata dal referendum del 4 dicembre 2016 la riforma costituzionale che avrebbe attribuito alla competenza esclusiva dello Stato la disciplina della materia, rimane ora da capire come potenziare il principio di leale collaborazione nei rapporti tra Stato e Regioni e come riformare a livello amministrativo il sistema.
The matter of energy has been vested, after the 2001 constitutional reform, among the concurrent legislative competences in the State and in the Regions, and it ultimately resulted in a series of malfunctions that hindered the modernization of major energy infrastructures, due to the cumbersome nature of the multilevel normative system, the tangle of administrative competences and the increase of the litigation between State and Regions. Since the 4 December 2016 referendum has rejected the constitutional reform that would have vested the energy matter exclusively in the State, it is now to understand how to enhance the principle of sincere cooperation between the State and the Regions and how to reform the system at an administrative level.
Referendum costituzionale e regolazione dell'energia / Clarich, Marcello. - In: ENERGIA. - ISSN 0392-7911. - 2017:1(2017), pp. 30-34.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2017. Clarich M. - Referendum Costituzionale e Regolazione dell'Energia - rivista Energia.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Tutti i diritti riservati
Dimensione 615.78 kB
Formato Adobe PDF
615.78 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/173208
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact