Le piccole e medie imprese italiane (PMI) si sono storicamente caratterizzate per la cronica difficoltà di reperimento di fonti finanziarie non solo in grado di garantire l’equilibrio di breve periodo, ma anche di sostenere la crescita, l’innovazione e l’internazionalizzazione. Negli ultimi anni, le imprese italiane si sono trovate dinanzi a sfide ancora più difficili. La competizione nei mercati globali, la spinta propulsiva dei nuovi paesi emergenti e le mutate condizioni dei mercati finanziari hanno cambiato lo scenario di riferimento. Le imprese di minori dimensioni hanno non solo difficoltà operative a competere in mercati globali, ma anche problemi di accesso al mercato finanziario. Una maggiore apertura del tessuto imprenditoriale italiano a strumenti finanziari «alternativi» potrebbe aiutare a velocizzare il processo di crescita ed internazionalizzazione. Questo articolo affronterà, dunque, il tema del finanziamento delle PMI alla luce dell’attuale scenario macroeconomico e dei recenti problemi di accesso al credito. A tal fine, fornirà inizialmente una panoramica introduttiva sulle caratteristiche delle PMI italiane, per poi analizzarne gli aspetti specificamente inerenti alla struttura finanziaria. Si concentrerà successivamente sugli effetti che il credit crunch ha avuto negli ultimi anni sul finanziamento delle PMI, aprendo in conclusione una finestra sui nuovi strumenti finanziari oggi a disposizione in alternativa al credito bancario.

Il finanziamento delle Piccole Medie Imprese Italiane tra credit crunch e nuovi scenari / Oriani, Raffaele; Santella, Rosella. - In: QUADERNI DI RICERCA SULL'ARTIGIANATO. - ISSN 1590-296X. - 3(2014), pp. 455-472. [10.12830/78778]

Il finanziamento delle Piccole Medie Imprese Italiane tra credit crunch e nuovi scenari

ORIANI, RAFFAELE;SANTELLA, ROSELLA
2014

Abstract

Le piccole e medie imprese italiane (PMI) si sono storicamente caratterizzate per la cronica difficoltà di reperimento di fonti finanziarie non solo in grado di garantire l’equilibrio di breve periodo, ma anche di sostenere la crescita, l’innovazione e l’internazionalizzazione. Negli ultimi anni, le imprese italiane si sono trovate dinanzi a sfide ancora più difficili. La competizione nei mercati globali, la spinta propulsiva dei nuovi paesi emergenti e le mutate condizioni dei mercati finanziari hanno cambiato lo scenario di riferimento. Le imprese di minori dimensioni hanno non solo difficoltà operative a competere in mercati globali, ma anche problemi di accesso al mercato finanziario. Una maggiore apertura del tessuto imprenditoriale italiano a strumenti finanziari «alternativi» potrebbe aiutare a velocizzare il processo di crescita ed internazionalizzazione. Questo articolo affronterà, dunque, il tema del finanziamento delle PMI alla luce dell’attuale scenario macroeconomico e dei recenti problemi di accesso al credito. A tal fine, fornirà inizialmente una panoramica introduttiva sulle caratteristiche delle PMI italiane, per poi analizzarne gli aspetti specificamente inerenti alla struttura finanziaria. Si concentrerà successivamente sugli effetti che il credit crunch ha avuto negli ultimi anni sul finanziamento delle PMI, aprendo in conclusione una finestra sui nuovi strumenti finanziari oggi a disposizione in alternativa al credito bancario.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
07_oriani-santella.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Tutti i diritti riservati
Dimensione 133.82 kB
Formato Adobe PDF
133.82 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/156009
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact