Il G.E. e la tutela del debitore