Nell’ambito delle teorie che nel tempo hanno approcciato il problema organizzativo, i filoni istituzionalista e neoistituzionalista si caratterizzano per un rifiuto della razionalità assoluta, propria della scuola classica, e per un approccio basato su una razionalità che si può definire a posteriori. Ciò poiché gli individui, e di conseguenza le organizzazioni, subiscono condizionamenti di vario tipo, siano essi puramente simbolici o concreti, da parte di entità che vengono definite istituzioni. Il filone di pensiero è definito dunque istituzionale, perché è diretto a studiare le condizioni e i vincoli che le istituzioni sociali pongono all’agire umano e organizzativo. Da questa prospettiva, è utile distinguere l’approccio istituzionalista dalle correnti razionaliste, che ritengono di spiegare i comportamenti umani in base a principi universali astratti dalla natura umana, ma anche da approcci di tipo contingentista, che riconducono i condizionamenti ad alcune variabili più o meno turbolente.

Il ruolo delle istituzioni nella teoria organizzativa / Lucia, Marchegiani; Giustiniano, Luca; Brunetta, Federica. - (2014), pp. 97-110.

Il ruolo delle istituzioni nella teoria organizzativa

GIUSTINIANO, LUCA;BRUNETTA, FEDERICA
2014

Abstract

Nell’ambito delle teorie che nel tempo hanno approcciato il problema organizzativo, i filoni istituzionalista e neoistituzionalista si caratterizzano per un rifiuto della razionalità assoluta, propria della scuola classica, e per un approccio basato su una razionalità che si può definire a posteriori. Ciò poiché gli individui, e di conseguenza le organizzazioni, subiscono condizionamenti di vario tipo, siano essi puramente simbolici o concreti, da parte di entità che vengono definite istituzioni. Il filone di pensiero è definito dunque istituzionale, perché è diretto a studiare le condizioni e i vincoli che le istituzioni sociali pongono all’agire umano e organizzativo. Da questa prospettiva, è utile distinguere l’approccio istituzionalista dalle correnti razionaliste, che ritengono di spiegare i comportamenti umani in base a principi universali astratti dalla natura umana, ma anche da approcci di tipo contingentista, che riconducono i condizionamenti ad alcune variabili più o meno turbolente.
9788838674679
Teorie organizzative; Istituzioni; Neoistituzionalismo
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Capitolo6.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: DRM non definito
Dimensione 999.84 kB
Formato Adobe PDF
999.84 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11385/133592
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact